Temperatura di Servizio e Bicchieri

Pur premettendo che, a nostro avviso, c’è qualche esagerazione è da dire che alcune forme di bicchiere si adattano meglio ai differenti tipi e stili di vino.

Una sola indicazione è inderogabile: il bicchiere deve essere di vetro (o cristallo), trasparente e inodore: trasparente perché due degli elementi da “gustare” sono il colore e la densità del vino e questo si può fare solo con il vetro trasparente; inodore per ovvi motivi, se si vogliono “sentire” i profumi del vino non ve ne devono essere altri.

Qualsiasi dimensione abbia il bicchiere, normalmente si riempie fino a meno di un terzo per aver modo di apprezzare le qualità olfattive del vino, che si sviluppano a poco a poco nel bicchiere e che dipendono tanto dalla giusta temperatura del vino. Infatti, lo stesso vino a temperature diverse si presenta in modo grandemente differente.

Pertanto, consigliamo le seguenti temperature di servizio:
◦Vini bianchi:  8 °C / 10 °C (Catarratto);
◦Vini rossi di medio corpo: 14 °C / 15 °C (Nero d’Avola e Syrah, Linea Esperides);
◦Vini rossi invecchiati: 16 °C / 18 °C (Sense, Blend Nero d’Avola/Syrah).

Per quanto riguarda i vini rossi, bisogna stare attenti alla temperatura, infatti per “temperatura ambiente” si intende la temperatura ottimale di una cantina ottimale, pertanto abbiate cura in estate di mettere la vostra bottiglia di vino rosso in un secchiello di ghiaccio per farla passare dai 30 (o più) gradi della temperatura esterna ai 15-16 °C della temperatura di servizio ottimale.

Menu